Nell’abbraccio di Buenos Aires

Ti ho sognata tanto, ti ho desiderata immensamente, ho immaginato di percorrere le tue calles e di ballarti come solo i tuoi portenos sanno fare.

Tra le tue strade e le tue piazze, nei tuoi mille caffè c’é vita, c’é arte e inventiva.

Miscuglio fortunato di tutti quei popoli che ti hanno attraversata, abitata, amata.

Sei indubbiamente spagnola, lo si riconosce da quella lingua dolce e familiare. Sei indios, tedesca, armena. Ma sei anche italiana…si intravede da quell’atteggiamento rilassato dei tuoi abitanti, dai nomi che ascolti risuonare per le tue vie, dall’energia ed entusiasmo di una città che non si ferma mai.

Viverti vuol dire ballarti. Sí, proprio come un tango. Ballare tango non é semplicemente muoversi, eseguire, ascoltare, ma é ballare te, accettare le tue contraddizioni, i tuoi popoli i tuoi umori.

Ti ringrazio allora dolce-amara Buenos Aires per avermi permesso di accedere all’essenza: il fulcro del tango e il fulcro di te.

250189_2059269812041_1131424_n

2 risposte a "Nell’abbraccio di Buenos Aires"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...